3a andata - Calcio Club Lonigo

Vai ai contenuti

Menu principale:

3a andata

LE CRONACHE > 2009/2010

BOTAFOGO CREAZZO – C.C. LONIGO   2 – 3 Pasqualotto, Volpato, Pozzan
3a giornata andata 2/10/2009
FORMAZIONE : Lovato, Enfasi, Negretto, Allocca, Pozzan, Manega (2°t Orbana), Bellini A., Zazzaron, Iobbi, Pasqualotto (70° Bellini P.), Volpato.
A disposizione    : Guarda, Nardi, Saccanelli, Panozzo, Perin.
Staff tecnico        : Percali, Castiglion, Simeoni Roberto, Volpe, Simeoni Renato
Gol                      : 18° Pasqualotto, 23° Volpato, 34° Botafogo. 2° T  20° Botafogo 32° Pozzan
Espulso Volpato 26° 1° T.

N(Z)ICO  GOL . . .  ! ! ! !
Una strepitosa ed irresistibile azione personale sulla fascia sinistra di Nicola Pozzan a tre minuti dal fischio finale, decide la sfida tra il Botafogo e il Lonigo, alla terza trasferta consecutiva, nel posticipo televisivo (Teliko TV) del martedì sera andato in scena sul bel campo con fondo sintetico di Creazzo. Peccato per le dimensioni ristrette del terreno di gioco che penalizza sicuramente lo spettacolo.  Primo tempo a favore dei padroni di casa: Il Botafogo è squadra giovane e veloce, raddoppia e pressa a tutto campo e tiene la squadra ospite continuamente in apprensione anche se non produce occasioni da gol vere e proprie, ma “solo” 3-4 tiri nello specchio della porta ben difesa dall’attento Stefano e quindi mai veramente pericolosi. La squadra ospite va comunque elogiata perché, pur in difficoltà, non si è mai disunita e la difesa quindi ha saputo reggere egregiamente.  Nonostante questo, il Lonigo trova comunque il doppio vantaggio, anche se in modo abbastanza fortunoso. Il primo gol è di Andrea Pasqualotto che calcia debolmente dai 30 metri il pallone che rimbalza rasoterra 5-6 volte prima di scavalcare con l’ultimo rimbalzo il portiere di casa già disteso a terra con largo anticipo (Pasqua si rifà così del palo sfortunato di Gambellara). Il secondo gol scatuirisce da un lungo lancio, direttamente dalla difesa di A.Bellini, con palla a spiovere ai limiti dell’area avversaria dove giunge Volpato che, bruciato nello scatto e in velocità il suo avversario, con un pallonetto scavalca il portiere che sbaglia il tempo dell’uscita.  La partita sembra chiusa, anche perché il Lonigo sembra ora poter controllare con maggiore sicurezza il gioco degli avversari che accusano il colpo e perdono via via vitalità.  A riaprire la partita ci pensano però prima lo stesso autore del secondo gol M.Volpato, che con una brutta e inutile entrata su un avversario in zona di attacco, si becca il rosso diretto, e poi con uno dei rari errori della difesa che praticamente regala palla e gol al centravanti locale a 1 minuto dall’intervallo (terza volta in tre partite).  Il secondo tempo si presenta quindi difficile per i leoniceni in inferiorità numerica, ma tengono bene il campo e non concedono molto, rendendosi anzi pericolosi a loro volta con M.Enfasi che in diagonale, ben servito da Orbana, sfiora il palo.  Il pareggio però arriva a ca. 10minuti dalla fine, ma la partita si chiude, come già detto in apertura, con la vittoria del Lonigo, meritata, perché il  N(Z)ICO GOL  ce l’abbiamo solo noi.
P.S.1  :  nei due minuti di recupero ho fatto il mio esordio stagionale. Penso che questo possa
essere di esempio per molti : per chi si rifiuta di entrare a meno 5 dal temine; per chi se ne va a un quarto d’ora dalla fine; per chi si lamenta che gioca poco o mai.  Siamo appena alla quarta giornata di campionato e un po’ di pazienza e di onesta autocritica mi sembrano doverosi, anche perché, essere primi in classifica fa piacere a tutti.
P.S.2  : in due minuti ho quasi causato un rigore. Meno male che è andata bene… mi sarei bruciato la carriera anzitempo. (per chi non lo sa… sto giocando il 25° campionato amatoriale).

Belu Sr.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu