1a andata - Calcio Club Lonigo

Vai ai contenuti

Menu principale:

1a andata

LE CRONACHE > 2010/2011

CLINICA DEL SORRISO ANDRIOLO  - C.C. LONIGO  1-0
1a GIORNATA ANDATA  01/10/2010
Formazione:   Lovato; Panarotto, Pozzan, Tanferi, Mancini;  
Chita Mihai, Pasqualotto,  Zazzaron, Iobbi, Ceretta; Lancia.

Entrati: Soro,  Manega.
Non entrati: Marzotto, Bellini P., Dalla Valle, Saccanelli, Perin.
In Tribuna: Allocca, Negretto, Nardi.

Partita giocata sul sintetico di Monteviale dove ci siamo trovati in molte circostanze in difficoltà nel controllo palla, non abituati ai rimbalzi ed alla velocità del pallone, diversi su questo tipo di terreno;
non si spiegherebbero altrimenti i molti errori di misura nel controllo e nella gestione del pallone in fase di costruzione.  Ci sono stati due momenti -uno per tempo- in cui siamo riuscitia giocare palla a terra con una certa continuità e in quelle occasioni abbiamo dominato la partita, ma non siamo riusciti a concretizzare collezionando solo una serie di calci d'angolo e almeno cinque punizioni dal limite calciate quasi tutte male da cinque protagonisti diversi.
Questa é stata forse la nota più dolente, in quanto cinque punizioni pericolose dal limite difficilmente capitano in una sola partita e non si possono sprecare tutte così in malo modo. Bisogna, a mio avviso, che siano designatea calciarle al massimo un paio di persone, possibilmente dotate, e che siano sempre quelle a portarsi sulla palla. Per quanto riguardo gli avversari, abbiamo trovatouna buona squadra, di esperienza, ben messa in campo e molto bravi a difendere, che ci ha concesso, in fase conclusiva veramente molto poco. Il gol decisivo é nato da una piccola indecisione difensiva e da un gran tiro dalla distanza ad incrociare che scavalcavail portiere e si infilava sotto il sette nell'angolo opposto. Un'altra occasione per gli ospiti sul finire del primo tempo in contropiede con un tiro rasoterra in diagonale che usciva poco distante dal palo lontano. Ripresa che iniziamo subito a buon ritmo e dopo pochi minuti, Ceretta, con un bello slalom palla al piede entra in area e si infila tra due avversari, passa la palla ma non il giocatore che cadea terra e l'arbitro fischia senza esitazione il rigore che lo stesso Ceretta batte angolato ma con poca decisione, dando così la possibilità al portiere avversario di avere il suo momento di gloria e deviare in angolo. Gli avversari pensano solo a difendersi, o forse siamo noi che li costringiamo a farlo, ma lo fanno con ordine e con poco affanno e così portano a casa l'intera posta esattamente come lo scorso anno,anche se questa volta siamo stati ad un passo da un pareggio tutto sommato giusto.
By Bellu Sr

 
Torna ai contenuti | Torna al menu